001003004
17/02/2012
Catania, ufficialmente cominciato l'iter per il nuovo stadio di calcio


Dopo l'incontro tra il presidente del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti, ed il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, lo stesso numero uno rossazzurro ha ufficializzato alla stampa che il percorso per la realizzazione di uno stadio nuovo per Catania è partito.

La società, da anni, non aveva mai fatto mistero che, dopo la promozione del Catania in A, la permanenza della squadra nella massima serie e la realizzazione dell'eccellente centro sportivo, oggi indiscusso fiore all'occhiello, il passo successivo sarebbe stato il nuovo stadio di calcio. Tuttavia, com'è sempre stato nello stile della società, prima delle parole e degli annunci si è pensato ai fatti e alla certezza di poter portare a compimento questo nuovo traguardo: solo adesso viene rotto il silenzio.

Stando alle parole del presidente del Catania, non ci sarà necessità di attendere una legge ad hoc, nazionale o regionale, per la realizzazione dell'impianto, poiché si procederebbe in project financing e con strutture istituzionali.

Il nuovo impianto dovrebbe sorgere a Librino, popoloso quartiere periferico, a sud ovest del centro città, scelto per vari motivi: la disponibilità di vaste aree ben collegate alle infrastrutture viarie e, in un futuro già programmato, alla metropolitana, nonché alla possibilità di portare nuove funzioni nel quartiere. Il nuovo stadio, infatti, ospiterà anche un centro direzionale, ospitando molteplici uffici comunali oggi in affitto sparsi in città, e nell'incontro che si avrà nei prossimi giorni tra Calcio Catania e Provincia, si valuterà la possibilità di realizzare pure delle scuole. In ogni caso, strutture di interesse collettivo diverse da centri commerciali e cinema multisala, di cui la città è già satura.
Il condizionale sull'ubicazione potrà essere eliminato nelle prossime settimane, visto che in questi giorni i tecnici comunali stanno valutando bene le caratteristiche del sito (circa 30 ettari) per poter dare il benestare ed eventuali indicazioni.

Il nuovo impianto, che sarà progettato e realizzato dalla stessa impresa che ha costruito il nuovo centro sportivo, di indiscusso elevato livello tecnologico e architettonico, è stato già mostrato nel suo progetto preliminare al primo cittadino etneo, la cui positiva risposta in termini pratici è stata tale da far sciogliere al presidente del Catania le sue iniziali titubanze sulla prontezza dell'amministrazione pubblica per un progetto di tale livello.

Il costo si aggirerà tra gli 80 e i 100 milioni di euro
Lo stadio sarà senza pista di atletica, con tutte le tribune coperte e una capienza tra i 30 e i 35mila spettatori. Nelle intenzioni della Società, collocazione e fruizione saranno strettamente legate alla capacità di essere raggiunto coi mezzo pubblici e in particolare dalla metropolitana, sebbene quest'ultima, come per Torino, in base ai tempi previsti potrà giungere al nuovo stadio quando l'impianto sarà già realizzato. 

Il progetto è stato presentato privatamente al sindaco e, nei, prossimi giorni, anche alla Provincia Regionale di Catania e alla Regione Siciliana. Entro sei mesi verrà svelato pubblicamente con maggiori dettagli.

La durata dei lavori, che dovrebbero cominciare nel 2013, è stimata in un anno e mezzo. Tutto lascia presagire che il Catania potrà giocare nel suo nuovo stadio di proprietà nel corso della stagione agonistica 2014-2105.  
Create a website